Notabilia

Dmitrij Šostakovič e la rivoluzione sovietica

Dmitrij Šostakovič e la rivoluzione sovietica

Cento anni fa la rivoluzione russa segnò una svolta che ha pochi termini di paragone nella storia contemporanea. Tramontava il secolare impero degli zar e sorgeva una costruzione politica del tutto inedita, che dichiarava di fondarsi sui consigli dei lavoratori e sulle concezioni del socialismo scientifico.

Per poco più di settant’anni l’Unione Sovietica ha costituito una realtà imprescindibile nel panorama mondiale: da “potenza accerchiata” ai tempi della guerra civile a seconda superpotenza mondiale dopo la vittoria contro la Germania nazista, dal regime staliniano alla destalinizzazione di Chruščëv.

Notabilia ricostruisce questi eventi attraverso alcuni brani musicali di Dimitrij Šostakovič, un compositore che come pochi altri nel Novecento ha saputo dare voce ai drammi e alle passioni del suo popolo.

 

Cosa abbiamo ascoltato in questa puntata dedicata da Dmitrij Šostakovič

 

ASCOLTO n. 1: Sinfonia n. 11 “L’anno 1905” in Sol minore op.103, 1° movimento “La piazza del Palazzo – Adagio” (estratto): da 0’ 00’’ a 2’ 28’’

Moscow Symphony Orchestra, direttore Kirill Kondrashin, Melodiya – BMG Music, 1994,

 

ASCOLTO n. 2: Sinfonia n. 10 in Mi minore op. 93, 2° movimento “Allegro” (estratto): da 0’00’’ a 1’ 34’’

Moscow Symphony Orchestra, direttore Kirill Kondrashin, Melodiya – BMG music, 1994

 

ASCOLTO n. 3: Sinfonia n. 12 “1917” in Re minore op. 112, 1° movimento “Moderato” (estratto), da 0’ 00’’ a 3’ 36’’

Moscow Symphony Orchestra, direttore Kirill Kondrashin, Mosca, Melodiya – BMG Music, 1994.

 

ASCOLTO n. 4: Tahiti Trot (Tea for two) op. 16. Durata: 3’ 25’’

English Chamber Orchestra, direttore Jerzy Maksymiuk, Angel Record, 1986.

 

ASCOLTO n. 5: Sinfonia n. 5 in Re minore op. 47, 1° movimento “Moderato” (estratto): da 0’ 00’’ a 4’ 28’’

Moscow Symphony Orchestra, direttore Kirill Kondrashin, Melodiya – BMG Music, 1994.

 

ASCOLTO n. 6: Sinfonia n. 7 “Leningrado” in Do maggiore op. 60, 1° movimento “Allegretto” (estratto): da 0’ 00’’ a 2’ 40’’

Cologne West Germany Radio Symphony Orchestra, direttore Rudolf Barshai, Brilliant Classics, 2004.

 

ASCOLTO n. 7: Sinfonia n. 13 “Babij Jar” in Si bemolle minore op. 113, 1° movimento “Adagio” (estratto): da 0’ 00’’ a 3’ 26’’

Moscow Symphony Orchestra, direttore Kirill Kondrashin, Melodiya – BMG Music, 1994

 

ASCOLTO n. 8: Suite per orchestra da varietà (nota anche come “Jazz Suite”), Waltz n. 2 in Do minore. Durata: 3’ 41’’

English Chamber Orchestra, direttore Jerzy Maksymiuk, Angel Record, 1986.

 

 

 

 

 

Groja

giugno 22nd, 2017

No comments

Lascia un commento