0%

In dialogo coi Monologue

Posted By: Groja On:


Torniamo a parlare di musica indipendente: oggi vogliamo proporvi una breve intervista ai Monologue, poliedrica band di Grosseto.

In questa puntata di Note e meno note abbiamo avuto ospite Gabriele Bernabò, tastierista e cantante del gruppo.

Chi sono i Monologue

Si legge sulla loro pagina Facebook:

Monologue è un duo formatosi nell’ottobre del 2014, con il solo scopo di comporre tracce inedite in italiano. Le influenze spaziano dal glam rock al folk, dal cantautorato italiano all’elettronica. Il 5 Giugno 2015 è uscito il loro primo EP Mascara.

Nel 2017 esce il loro album Belle epoque, che conferma l’ispirazione eterogenea dei due musicisti.

Così il promotore IndieMood:

Completamente cantato in italiano, nelle otto tracce del disco la band dà sfogo a tutto il proprio eclettismo nell’intento di miscelare in un unico e coerente prodotto la tradizione cantautorale italiana e la musica elettronica. Ma la personalità e la maturità artistica del gruppo si manifesta anche nei testi delle canzoni, che riescono a raggiungere motivi profondi senza mai sacrificare la cantabilità dei versi. Già dal titolo, i Monologue invocano una nuova epoca di decadenza, un mondo in crisi di valori, in una fase di passaggio tra la conclusione di un’era e un futuro ancora imperscrutabile. Ecco dunque che tra le visioni apocalittiche che fanno da cornice – Introduzione e Ferro e Fiamme, il primo singolo – trovano spazio, nella prima parte del disco, riflessioni esistenziali (Dici), senza risparmiare critiche sulla situazione del mondo (Torre Eiffel) e sulla vita nell’era digitale (Belle Époque). Nella seconda parte, invece, la band sembra dare un motivo per reagire con un invito a non dimenticare il passato (Torniamo indietro), e a cercare di affrontare e guardare al futuro con fiducia e speranza (Tempi migliori, Primavera).


Leave a Reply

Play Cover Track Title
Track Authors